Tre Passi Avanti

Ho tutto in testa ma non riesco a dirlo… (o quasi!)

Archivio per il tag “black out”

Odissea estiva

Afa: s. f. Aria greve, calda, soffocante.

Questo dice il mio dizionario a proposito del caldo intenso senza però consigliarne i rimedi per sconfiggerlo e per farci stare leggermente meglio!

Perché questa inutile e insensata polemica? Per il semplice fatto che ieri ho vissuto una giornata terrificante dal punto di vista meteo, la peggiore da sempre!

È mattina quando decido di aprire la finestra e un “muro” di caldo si materializza davanti a me; non lo si poteva toccare, era come una parete invisibile di afa e umidità che mi ha fatto subito richiudere la finestra ed accendere immediatamente il condizionatore d’aria.
Fin qua tutto normale, ieri è stata una giornata afosa in tutta l’Italia aggravata però nella mia zona da diverse varianti che hanno assunto quasi l’aspetto di una congiura. Sono più o meno le 2 pomeridiane quando la temperatura esterna tocca i 45 gradi grazie anche a un vento di scirocco torrido (impossibile stare in spiaggia) e a causa di alcuni incendi nella zona, ma il bello deve ancora venire: ad un tratto uno scoppio incredibile proviene dalla centralina dell’enel e salta la corrente elettrica per via del caldo!
Black out in tutta la mia zona.
Pensiamo sia qualcosa di momentaneo e nel mentre il caldo in casa aumenta… passa mezz’ora e nulla..
Un’ora, due ore e la luce non arriva..

Ho passato tutto il pomeriggio ad accudire il mio cagnolino, è un pechinese dunque chi conosce i cani sa benissimo quanto possa soffrire il mio cucciolotto con il pelo lunghissimo, cambiandogli l’acqua in continuazione, bagnandolo il più possibile. Poco dopo una telefonata di mia nonna e sono costretta ad andare dal medico per delle ricette: sapete che vuol dire aspettare un’ora e mezza di turno in una saletta piccolissima, piena di gente e senza aria condizionata? Per di più il medico deve chiudere la porta vetrata e siamo costretti oltre che al caldo a stare al buio pesto.

Alle 9 rientro finalmente a casa e la temperatura nel mentre è scesa a 35 gradi. E la luce, vi starete domandando? Niente! Passo di fronte alla centralina e vedo molti operai stremati dal lavoro ma soprattutto dal caldo che cercano di mettere in funzione un gigantesco gruppo elettrogeno per assicurare corrente alla via principale e lì scopro che la luce non tornerà fino alle 10 di notte.

Arrivo sconsolata a casa, neanche un bicchiere di acqua fresca per bere ed è qua che inizia la lunga serata senza elettricità, nel buio più totale. I miei vicini di casa prendono possesso delle verande e dei cortili per poter godere di un pò di luce che proviene dall’illuminazione pubblica. Solo in questi momenti scopri quanto è importante il frigo, lo scaldabagno, lo stereo, la luce e, perché no, anche la tv (fortuna che almeno ho il notebook)! E’ stata una giornata senza senso, sprecata, non si poteva far nulla, con una calura mai vista prima.. Terribile!

Io poi che continuavo a lamentarmi, mia madre che non ne poteva più delle mie “lagne”, il cane che stava sempre peggio.. Per dovere di cronaca la corrente è ritornata verso l’una e mezza di notte accompagnata da una sirena allucinante stile 2^ guerra mondiale che mi ha fatto svegliare di colpo. Per quest’estate ho già dato, i black out e il caldo asfissiante ora li lascio a voi!!

Una cosa positiva però c’è stata.. MareOggi ci siamo decise (complice anche la giornata da incubo di ieri) e siamo andate al mare: credo di essere più bianca di prima (non mi sono abbronzata granché) ma non importa, mi sono veramente divertita!!

Annunci

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: