Tre Passi Avanti

Ho tutto in testa ma non riesco a dirlo… (o quasi!)

Archivio per la categoria “natale”

Filastrocca di Capodanno

.

Fammi gli auguri per tutto l’anno:

voglio un gennaio col sole d’aprile,

un luglio fresco, un marzo gentile;

voglio un giorno senza sera,

voglio un mare senza bufera;

voglio un pane sempre fresco,

sul cipresso il fiore del pesco;

che siano amici il gatto e il cane,

che diano latte le fontane.

Se voglio troppo, non darmi niente,

dammi una faccia allegra solamente.

Gianni Rodari

 

Annunci

2013 in review

E anche quest’anno ecco il gradito regalo di WordPress, che ha stilato il bilancio 2013 del mio amato blog.
Come tutti potete constatare, anche se tutti deve a questo punto mutare di significato, TrePassiAvanti è diventato un piccolo spazio dimenticato dalla blogosfera: poche visite, pochi commenti, pochi articoli, insomma il nulla nella grande e sterminata piattaforma di WordPress. Per capire un po’ di cose, in barba al titolo che ci sovrasta, niente passi in avanti ma solo uno all’indietro, almeno stavolta.
Il mio blog è nato nell’ormai lontano maggio 2007 -su quel meraviglioso mondo di semplicità che per molti anni fu Splinder- con il vecchio nome di “Tra sogno e realtà” con un piccolo riferimento al Liga nel sostituire il mio Sogno al suo Palco. E io, badate bene, su Splinder mi trovavo un sacco bene: avevo scoperto diversi blog degni di interesse, la mia reale amica che già da diverso tempo aveva trovato casa lì, tante persone con cui dialogare virtualmente, insomma proprio un bel posticino a portata di blogger medio-piccolo.
Ma ecco che un brutto giorno Splinder decise di chiudere baracca e burattini e mi ritrovai qui, in questo spazio infinito, perchè no, importante e altolocato, ma troppo dispersivo per il mio timido e tremante blog. E dovetti pure cambiar nome, visto che gli ultimi diventeranno anche i primi ma chi tardi arriva male alloggia e l’alloggio già di altri era! Addio a “Sogno e Realtà” e benvenuto “Tre Passi Avanti”, nome ottimista, allegro, positivo con riferimento stavolta alla Bandabardò. E’ sempre rimasto lo stesso il sottotitolo, “Ho tutto in testa ma non riesco a dirlo”, in omaggio, ora e sempre, agli Afterhours. Nel frattempo, i vecchi amici splinderiani che hanno traslocato su WordPress, si sono allontanati e i loro blog privi di parole sono diventati tristi e malinconici in attesa di un aggiornamento o di un semplice invio che ormai dubito si riproponga. E quanto è difficile trovare nuovi spazi interessanti, in questo enorme contenitore di pensieri!
Io, come posso, cerco di tenere in vita questo mio piccolo mondo, nutrendolo spesse volte con cibo spazzatura di cui un po’ mi vergogno, innaffiandolo con bibite gassate di dubbio valore, e ogni tanto, ma solo ogni tanto, con qualche pietanza di media qualità di cui vado fiera, e che mi dà la giusta spinta per far sopravvivere questo blog, che dopo 6 anni di navigazione oceanica, sembra divenire poco alla volta un po’ più robusto.
Riporto il mio passo alla pari, e auguro a tutti i nostri diari virtuali un 2014 colmo di articoli, di soddisfazioni, di conferme e di commenti, nella speranza che chiunque passi da queste parti, viva un anno davvero sereno e felice.

Buon 2014, mondo!

Tre Passi Avanti

The WordPress.com stats helper monkeys prepared a 2013 annual report for this blog.

Here’s an excerpt:

A San Francisco cable car holds 60 people. This blog was viewed about 610 times in 2013. If it were a cable car, it would take about 10 trips to carry that many people.

Click here to see the complete report.

10 motivi per detestare la Tombola

 

1.  C’è sempre qualcuno che interrompe per chiedere: “E’ uscito il ventitreeeeee?”.

2.  C’è chi dice: “Tombolaaaaaaa! Noooo, stavo scherzando, paaauraa?”.

3.  E c’è chi ripete: “Ma hai detto 63 o 73?”
“63? E dalli, io ho il 62 e il 64”

4. La nonna novantenne che vince tutto: ambo, terno, quaterna, cinquina e tombola nonostante non ci senta (quasi) un piffero.

5.  Chi prende cinque cartelle e ci mette 5 minuti di orologio a controllarne i numeri. E poi perde.

6. Chi non ci sta ad essere battuto dalla nonna ed esamina accuratamente che i numeri vincenti siano usciti nella stessa fila.

7. Chi urla: “Amboooo!” al primo numero estratto.

8. La nonna, col suo gruzzoletto di fianco, che sentenzia:
“Eitt’hora è? Immohi non giogausu prusu” (-che ora è? non si gioca più-),  perchè sta per iniziare Carlo Conti .

9. Chi chiede un piccolo riepilogo ogni 3 minuti e pretende che siano riletti i 45 numeri già usciti.

10. Chi insinua che si nasconda un baro dietro al banditore:
“Mah, strano che nella tua cartella siano usciti ben 2 numeri di seguito…”
“Ascolta, non stressare, vuoi farla tu? No? Allora zitto. VENTICINQUE.”
“Ternuuu!!! Doha innoi” (-dai qua-)
“Eh nonna, ancora?? Metti a Rai1, va”.

2010

 Fuochi

 

E dopo gli auguri di Natale, non potevano mancare quelli per l’anno nuovo…

.

Che sia un 2010
carico di serenità,

salute,
amore,
gioia
e di grandi soddisfazioni per tutti.

Un abbraccio

 .

 

Auguri

Tantissimi Auguri

di Buon Natale

Auguri

Buon Natale per ogni cosa che troverete sotto l’albero, per ogni sorriso che vi farà star bene, per ogni abbraccio che vi scalderà il cuore.

Auguri!!!

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: