Tre Passi Avanti

Ho tutto in testa ma non riesco a dirlo… (o quasi!)

Ode all’ombrellone

A strisce rosse, bianche o viola
o in tinta unita come le lenzuola,
ma poco importa il tuo aspetto esteriore
di fronte a un’ondata di calore.

Non temere il vento, il nemico più sgradito,
il rischio di planar in alto si è ora affievolito
da quando ho deciso di legarti con l’acciaio,
alla mia vecchia e sbilenca sdraio.

Purtroppo l’imprevisto è lì che ci aspetta
l’ombra si sposta, va via troppo in fretta.
E il mio infradito al sole è rimasto
se ci metti su un piede abbiam l’antipasto.

Oh caro amico delle mie calde giornate,
ancora qualche tempo e non sarà più estate,
il tuo angolo in garage con impazienza aspetta
che tu possa tornar a far la bella statuetta.

Ma quanti ricordi conserverò di questi momenti,
la borsa frigo che si scalda e il panino tra i denti,
tu hai vegliato il mio dormire, mi hai dato protezione
nel sogno ci sei tu, amico mio ombrellone.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: