Tre Passi Avanti

Ho tutto in testa ma non riesco a dirlo… (o quasi!)

La ruota del tempo

C’era una volta (e solo una),

un Re che si preoccupava così tanto del veloce scorrere del tempo che distrusse tutti gli orologi del regno. Passava giornate intere a rincorrere con lo sguardo gli spostamenti del sole, stava ore e ore a riposare in giardino all’ombra degli abeti, organizzava pranzi sontuosi e lunghi tornei di carte, ma in men che non si dica il tempo passava sempre più velocemente, all’alba faceva presto seguito il tramonto e  nonostante i suoi sforzi, non riusciva a trattenere le ore.

Fu così, che ormai stanco dei giorni che si susseguivano  senza possibilità di ritorno, decise di mettere in premio la bellezza di mille monete d’oro a chi avesse scoperto un modo che, se anche non avesse congelato il tempo, per lo meno avesse potuto rallentarlo.

Sarà stata la paura di non accontentare il Re, o semplicemente la mancanza di idee, ma nessun noto scienziato si fece avanti. Solo un vecchio minatore, sudicio e con gli abiti stracciati, aiutato da due dei suoi figli, si presentò al suo cospetto e con lo sguardo di una fierezza mai vista, comunicò alla corte di aver inventato una macchina in grado di esaudire il suo desiderio. C’era solo un piccola avvertenza da tenere in considerazione: solo colui che avesse voluto modificare il naturale scorrere delle ore avrebbe potuto utilizzarla. Non era di certo un problema, pensò il Re.

Fece appendere alla macchina uno dei pochi orologi rimasti nel regno, afferrò saldamente la leva e iniziò a girare la ruota. Non era così facile come sembrava, la ruota era pesantissima, e mentre il Re con tutta la sua forza cercava di farla muovere questa proprio non ne voleva sapere. Il poveretto, ormai stremato dalla fatica, osservò l’orologio e quasi non riusciva a credere ai suoi occhi: le lancette si erano spostate appena, ma a lui il tempo passato sembrava un’eternità!

Fu così che il bravo inventore ottenne le sue mille monete d’oro, e il Re la sua macchina del tempo…

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “La ruota del tempo

  1. Simpaticissima storia, saggia metafora…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: