Tre Passi Avanti

Ho tutto in testa ma non riesco a dirlo… (o quasi!)

Erriquez e Fry Moneti

Fuochi

 

Cosa succede ad ottobre in queste lande?

Ottobre: sinonimo di feste, svago e divertimento… Sì, per noi sì!

Come ho più volte spiegato, ad ottobre si festeggiano varie ricorrenze religiose che sfociano poi in un programma civile con fuochi d’artificio e serate musicali. Insomma, per dirla chiara, si assiste ad un vero risveglio musicale/culturale e perché no, pure religioso, con la folla che si riversa sulla piazza, sulle strade e al luna park arrivato in paese per la ricorrenza.

 

Il programma di quest’anno è stato molto più interessante degli altri anni, non tanto per il concerto principale della domenica, quanto per la serata del venerdì…

 

Venerdì… Che serata fantastica è stata quella del venerdì!!!

Allora.

Il programma prevedeva l’esibizione di una bella realtà musicale genere rock/folk made in Sardegna: gli Almamediterranea.

 

Gli avevo già sentiti dal vivo, e anche stavolta non posso che confermare la loro immensa bravura, la loro spontaneità e simpatia, l’energia che sanno trasmettere le loro canzoni e il fatto che riescano a farti ballare dall’inizio alla fine.

Mentre cantavamo le canzoni conosciute, ci lasciavamo trasportare dalla musica contagiosa e commentavamo i musicisti, ecco che sale un nuovo componente che ci ricorda qualcuno…

Sul palco è appena salito Fry” Francesco Moneti dei Modena City Ramblers!!!!!! Capite??

Io e Sara molliamo il resto degli amici e corriamo sotto al palco per guardarlo da vicino, applaudirlo, esultare e fotografare l’evento, con lei che non riusciva a tenere ferma la fotocamera dall’emozione e io che ero super contenta e non potevo credere ai miei occhi.


Dopo esserci riprese dalla strepitosa sorpresa, abbandoniamo il posto in prima fila per raggiungere le amiche che si erano tenute lontane quando, ad un tratto, sentiamo un vociare piuttosto curioso seguito dall’entrata di in un altro personaggio in scena… … …

Erriquez, direttamente dalla Bandabardò, qui davanti a noi.

A questo punto abbandoniamo definitivamente il resto delle amiche (che poi, stanche di aspettarci ci raggiungeranno) e riconquistiamo il posto davanti alla transenna che avevamo lasciato poco prima, posto che non abbandoneremo più fino alla fine del concerto. E via a ballare ed acclamare Erriquez, bravissimo come sempre, che ha cantato Manifesto, la famosissima Beppeanna, e la nuova canzone composta insieme agli Alma: La caffettiera di Cocò.


La presenza di Erriquez e Fry Moneti è stata una cosa del tutto inattesa, quindi vi lascio immaginare lo stupore nel vederli sul palco!

Tutti e due hanno collaborato con gli Almamediterranea nel loro nuovo lavoro “Male e Bene” e dovendo fare un concerto il giorno dopo a Sassari (stavolta in via ufficiale) per promuovere il disco, hanno pensato bene di fare un salto anche nel mio paese per accompagnarli in questa data.

Alla fine della serata, abbiamo fatto una piccola chiacchierata con Fry Moneti (con foto di rito), simpaticissimo, disponibilissimo, carinissimo e dolcissimo (ma con i complimenti posso continuare ancora, eh) che continuava a domandarci “Ma siete di qui?” e noi che continuavamo a dirgli “Sì” e che poi ci ha spiegato “i perché e i come” di questa sorpresa.

 

Abbiamo dovuto aspettare un po’ di più per incontrare Erriquez che continuava a parlare con mezzo mondo, ma alla fine siamo riuscite nell’impresa, con presentazione, baci e foto che non potevano mancare, anche per lui valgono gli stessi complimenti di Fry, fantastico!

 

Per gli Alma che dire… Più li sento più mi piacciono, spero davvero che riescano ad arrivare sempre più in alto e farsi conoscere sempre di più perchè si meritano tutto il successo possibile.

Tra l’altro Roberto (voce e chitarra) si è pure offerto come fotografo, spero che la foto sia venuta bene anche senza il suo aiuto…

 

E per Fry, Erriquez e gli Alma, se mai passaste da queste parti… beh, a voi un immenso grazie per la bellissima serata che ci avete regalato!!!

 

Ma la festa non finiva il venerdì.

La giornata di sabato ha visto come protagonisti “Is cantadores”, di cui ora non ricordo bene i cognomi ma basta dire che è un trio famosissimo in Sardegna perché una rete del digitale terrestre li manda in onda 12 ore su 24 ripetendo a rotazione la stessa manifestazione…

In due parole, la serata prevede una sorta di gara dialettale in cui dopo aver scelto un tema, i poeti iniziano a decantare strofe rigorosamente in sardo alternandosi sul palco.

 

Domenica, il giorno principale di festa ha visto l’esibizione di Povia e dei suoi cartelloni, con balletti, mosse, mimica e riferimenti che non vi dico.

Ah sì, poi tra un doppio senso ed un altro, ha anche cantato.

Povia: l’Incapace, Ma tu sei scemo, Meglio averci dato un taglio – e le più famose ma meno indicative – I Bambini fanno OOh, il Piccione e Luca era gay.

Un grazie sentito va anche a Povia per aver consumato una birra Ichnusa, un gesto piccolo ma importante contro la crisi economica che non ha risparmiato neanche la Sardegna.


La serata di lunedì è stata (probabilmente) a sfondo sociale. 4 presunti disoccupati (non mi so dare altra spiegazione) sono stati scelti dall’ufficio di collocamento e mandati a forza sul palco con due strumenti, due microfoni, due cappotti bianchi, un gilet e una sciarpa, per quella che doveva essere la serata di liscio. Il freddo e il vento hanno completato lo scenario già desolante di suo.

 

In fin dei conti però è stata una bellissima festa, molto ben organizzata  e per questo ben riuscita.

E che continuerà nei prossimi fine settimana.

Cosa vogliamo di più?

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

6 pensieri su “Erriquez e Fry Moneti

  1. Contento per voi…Quest’anno, a parte la storica Festa di Piedigrotta, non ho partecipato a nessun’altra festa di paese…vabbè, starò diventando snob e asociale???
    Buon weekend 🙂

    Mi piace

  2. Eh eh mentre io mi cullo nel mio solito vuoto creativo…tu ti dai alle feste!!! Brava! Ma c’erano i Marta sui Tubi? Me li aveva fatti conoscere una mia amica di blog che è di Sassari! Un salutone 🙂

    Mi piace

  3.  accidenti, che programma ricco, beati voi. Anche noi abbiamo avuto l’apice delle feste a ottobre, con la Barcolana. Ma finita quella, finisce tutto. Trieste si spegne e va in letargo fino ad aprile 🙂

    Mi piace

  4. Bella festa! … A parte Povia…!…

    Mi piace

  5. Ahahahahahahah ma povero Quartetto Stefania!!!! Pure il freddo si sono beccati, poveracci!!! Bellissima festa!!! Il venerdì rimarra per sempre inciso nel cuore!!

    Sono troppo contenta quando ci ripenso!!! Ma questo vale per tutti, Alma e ospiti, poeti, Povia e pure Stefania e i suoi amici, che in fondo ci siamo divertiti anche con loro!!

    Mi piace

  6. Bella festa dalle vostre parti. Anche se ad ottobre fa un pò già di freddino, ma se ne vale la pena si rimane anche ore fuori col venticello freddo che graffia un pò…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: