Tre Passi Avanti

Ho tutto in testa ma non riesco a dirlo… (o quasi!)

Se avessi votato Marco Carta, avrei vinto.

Ho constatato una cosa che indubbiamente non mi fa molto piacere.

 

Il mio voto negli ultimi tempi ha un valore pressoché nullo.

 

Non c’è niente da capire, ogni volta che esprimo la mia preferenza, questa viene surclassata da montagne di voti avversi che la spediscono direttamente nell’angolo della minoranza, e diventa un puro e semplice dato statistico da sventolare in segno di disfatta. 

 

E’ stato così nelle ultime consultazioni politiche, in quelle amministrative, in quelle regionali e per ultimo, in quelle televisive.

 

Uno smacco totale, insomma, a cui vanno aggiunti nell’ultimo caso anche i costi del televoto.

Oltre al danno la beffa.

 

Per prendere le distanze dal subdolo sistema del “televoto” mi sono sempre aggrappata a una logica quanto disarmante constatazione: non sarà certamente il mio umile voto (e soprattutto il mio euro) a far vincere questo totale sconosciuto…!

Chiaramente se questo discorso venisse messo in un contesto più generale, risulterebbe quantomeno superficiale, perfino fastidioso e poco ragionevole, ma in alcune condizioni è un ottimo deterrente per ogni tipo di pensiero che potrebbe nuocere al già misero credito della Sim card.

 

E per la cronaca, a differenza del gioco, io, non ho mai perso un solo referendum o elezione ufficiale!

Aveva votato solo il 10%? Il mio voto lì in mezzo c’era. Del tutto inutile, ma c’era…  

 

La mia impassibilità verso questo metodo mangia-soldi, ripugnante, truffatore e inutile, è stata completamente infranta quando, sullo schermo della Rai, a Sanremo, sono comparsi loro: gli Afterhours.

 

Sapevo che avrei regalato a società a me ignare il valore di 0,75 cent, sapevo che non sarebbe servito a nulla, sapevo che anche stavolta migliaia di voti a me ostili mi avrebbero fatto rivivere la frustrazione della sconfitta, dell’atroce disfatta, del definitivo tracollo. Ho cercato di resistere, ma invano…

 

La loro originalità, quel testo che mi ha colpito dal primo istante in cui l’ho letto, la musica e soprattutto, la speranza di poter sentire il giorno dopo la loro performance arricchita dalla voce di Cristiano Godano dei Marlene Kuntz, mi ha fatto cadere ogni resistenza.

 

Sconfitta prima da Berlusconi, poi da Albano e Sal da Vinci… non c’è limite all’orrore.

 

C’è una giustizia divina però: i trionfatori del televoto sono ritornati a casa a mani vuote, gli Afterhours con il premio della critica.

 

E senza spendere un centesimo.

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

8 pensieri su “Se avessi votato Marco Carta, avrei vinto.

  1. l’Uomo Qualunque ha una violenza inaudita.
    UQ è il nemico n°1 di chi sogna un mondo civile. finché ci troveremo di fronte una massa di UQs non ci sarà televoto o elezione che tenga. stiamo soccombendo, sono molto pessimista.

    Mi piace

  2. Almeno quello…

    Mi piace

  3. Li ho votati pure io gli Afterhours… sigh… ma poi confesso, confesso che l’ultima serata, 75 cent li ho buttati per votare Marco Carta, proprio perchè avevo sete di vittoria e che cavolo, dopo la disfatta elettorale io HO PRETESO che un sardo trionfasse al festival!!!! Almeno lì ho vinto. Idiota, mo’ mi devo pure caricare il cellulare.

    Mi piace

  4. E’ bello non essere sempre dalla parte di chi vince! Cmq ora vado a cercare il testo degli Afterhours, mi hai messo curiosità! Buona giornata! 🙂

    Mi piace

  5. ormai ci siamo abituati a perdere…

    Mi piace

  6. che dire,
    meglio perdere che votare Carta Igienica!!!
    😉
    ps:
    non è che la settimana prossima…..
    potresti tifare chelsea?

    Mi piace

  7. com’è che si dice? “pochi ma buoni?”. Ecco.
    Potrei scrivere fiumi e fiumi di parole riguardo alla vittoria di Marco Carta e al secondo posto di quell’idiota di Povia, ma sarebbero per lo più insulti, quindi terminerò qui.

    Mi piace

  8. L’unica cosa che apprezzo di Marco Carta è l’imitazione di Fiorello…mariaaaaaaaaaa!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: