Tre Passi Avanti

Ho tutto in testa ma non riesco a dirlo… (o quasi!)

Urania

In riferimento al post precedente, ecco un articolo apparso il 18 dicembre sul sito de La Repubblica in cui si parla del libro in questione.

 

URANIA


Parliamo di uranio impoverito. I proiettili composti da questa sostanza raggiungono temperature elevatissime e hanno una capacità distruttiva letale. Sono l’ideale per perforare corazze di carri armati e mezzi blindati. Il problema è che quando questi proiettili si polverizzano, si trasformano in un composto di veleni che se respirati si depositano nelle ossa, nei reni, nel fegato, nei polmoni. Immaginate una spruzzata di aerosol che in meno di un’ora dall’inalazione ha già raggiunto il fegato. Soldati italiani sono morti senza saperlo, senza che nessuno li avesse avvertiti che, oltre al pericolo noto, ce n’era un altro molto più vicino e molto più sottile. Sono morti anche animali, sono stati inquinati campi e pascoli nelle zone militari dove vengono usati questi proiettili. Tutto questo è il racconto che una giovane ricercatrice fa al protagonista di Perdas de fogu di Massimo Carlotto e Mama Sabot, una sigla di scrittori collettivi stile Wu Ming (edizioni e/o, 15 euro). Lei è sotto osservazione di non meglio precisati agenti che la devono fermare, lui è un disertore sotto ricatto che viene usato per agganciarla. Intorno la Sardegna umiliata da chi decide al di là e al di sopra della sua gente. Un’inchiesta non si poteva fare, si è fatto un romanzo. Ma i riferimenti a fatti, persone, opere e omissioni non è per nulla casuale.

.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Un pensiero su “Urania

  1. Nonostante tutto, auguri di buone feste, ciao!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: