Tre Passi Avanti

Ho tutto in testa ma non riesco a dirlo… (o quasi!)

Una visita speciale

Premessa. Non so perché questa volta ho deciso di trattare un argomento così profondo a dispetto del taglio più frivolo che ho dato a questo blog. Sentivo la necessità di esprimere le belle sensazioni di questi ultimi giorni e non mi sono chiesta se era giusto o meno scriverle in questo contesto… l’ho fatto e basta.

Spero non vi dispiaccia troppo.

 

 

Da piccola i miei genitori mi portavano spesso in questa enorme chiesa, dove dall’altare maggiore spiccava una bellissima signora che con la sua figura rassicurante e allo stesso tempo imponente, riempiva i grandi spazi sottostanti di una percettibile serenità.  

 

Ero piccina, non conoscevo ancora la sua storia, le sue gesta, la venerazione che tutti i sardi  provano per Lei. Sapevo solo che dovevo incrociare lo sguardo di Bonaria per provare un senso di protezione; ogni volta era così, e questo mi bastava.

 

Ora sono cresciuta, e la mia fede verso Bonaria è cresciuta anch’essa e continua a crescere con me. So che io e la mia famiglia dobbiamo tanto a questa Signora venuta dal mare, e una certezza ferma nella mia vita è che il suo sguardo continuerà a seguirmi, sempre.

 

Continuo a recarmi spesso nel suo bellissimo santuario, e ogni volta che devo percorrere quei pochi scalini sulla destra dell’altare provo delle emozioni indescrivibili, le stesse che ho provato in questi giorni, stavolta nel contesto diverso del mio paese.

 

Da tempo è in corso un pellegrinaggio nelle Diocesi sarde, stavolta è toccato a noi.

Abbiamo così accolto la Madonna di Bonaria (una copia in quanto l’originale non può essere spostata) nella nostra chiesa e mai ho visto un tale senso di devozione nei miei compaesani.

Ragazzi, bambini, adulti di ogni età affollavano la chiesa anche nelle ore più impensabili, e dimostravano una volta di più che la figura di questa Signora crea un’attrazione senza eguali. Sono stati due giorni intrisi di una forte commozione,  non li scorderò mai.

 

E’ stata lei a scegliere la Sardegna come dimora, diventandone la Patrona massima.

 

La Madonna approda a Cagliari il 25 marzo del 1370 quando una nave spagnola nel bel mezzo di una tempesta, è costretta a gettare il carico per salvare l’equipaggio. Quando viene lanciata una pesante cassa, la tempesta si placa improvvisamente. Il baule misterioso giunge sulla spiaggia ai piedi del colle di Bonaria dove, dal 1335, i frati dell’Ordine della Mercede officiano in una chiesa donata dal re Alfonso d’Aragona.

Le prime persone sul posto tentano inutilmente di aprire la cassa, fino a quando un bimbo consiglia di chiamare i Frati delle Mercede che, aiutati, portano il baule di legno fino alla chiesa. E qua, dinnanzi a numerosi fedeli, riescono ad aprirlo senza il minimo sforzo, scoprendo al suo interno il simulacro della Madonna che teneva sulla mano destra una candela accesa.

Da quel momento la storia di Bonaria raggiunge ogni angolo della Sardegna diventando luogo di pellegrinaggio, in primo luogo tra i marinai che la invocano prima di partire in mare.

 

La stessa città di Buenos Aires deve il suo nome a Bonaria: Buenos Aires è infatti la traduzione di Bon-Aria. I Conquistadores, partiti dal colle di Cagliari per approdare nelle terre del Sud America, scampati a una violenta tempesta durante il viaggio, diedero il nome della Madonna di Bonaria alla città appena fondata, per sciogliere il voto fatto durante la tormenta.

 

La devozione alla Madonna è visibile nell’importante museo che sorge nel chiostro della Basilica, dove, tra gli innumerevoli ex voto, si trovano le corone d’oro offerte dal re Vittorio Emanuele I e da Maria Teresa, e la grande ancora d’argento donata dalla regina Margherita di Savoia come ringraziamento per il successo della spedizione polare di Luigi Amedeo di Savoia, Duca degli Abruzzi. Uno degli ex voto più famosi riguarda una piccola navicella d’avorio, tutt’ora appesa di fronte alla statua, che segna misteriosamente i venti che soffiano sul golfo di Cagliari, dando un’importante indicazione soprattutto ai marinai che prima di attraversare il mare facevano (e fanno) visita alla Madonna.

 

Sono stati 3 i Papi che hanno reso omaggio alla Santa: Paolo VI nel 1970 e Giovanni Paolo II nel 1985, oltre a Benedetto XVI arrivato a Cagliari il 7 settembre, che ha donato alla Santa la “Rosa d’Oro”, collocando Bonaria tra gli otto santuari mariani più importanti al mondo. 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “Una visita speciale

  1. Lo so io perchè hai deciso di trattare questo argomento così profondo. Non te lo so spiegare, ma è la stessa motivazione che ha spinto me a trattare lo stesso argomento nel mio blog, anche sottolineando il fatto che questa storia e le immagini che ho pubblicato, fossero in netto contrasto con la leggerezza del blog. E’ stata una fortissima emozione avere la Bonaria in paese.

    Mi piace

  2. Ciao Silvia:-) anche tu, come Saretta, hai scritto un bellissimo post sulla Madonna di Bonaria che so essere amatissima in tutta la Sardegna e anche ben oltre:-)
    Mi sono commosso ed emozionato quando ho letto il post di Sara e lo stesso mi è capitato leggendo il tuo:-)
    Siete due persone splendide e prego che Maria Santissima vi protegga sempre e non vi faccia mai mancare il Suo materno abbraccio:-)
    Un abbraccione affettuosissimo:-)
    Marco

    Mi piace

  3. grazie per aver scritto questo post, io non conoscevo la fama di questa Madonna, però ho potuto percepire l’emozione che ti ha donato…

    Mi piace

  4. La fede è qualcosa che va e viene, e ciò dipende anche dal decorso della propria vita…ma se resta forte, è un fatto positivo.
    Ciao 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: