Tre Passi Avanti

Ho tutto in testa ma non riesco a dirlo… (o quasi!)

Squilibrato?

Lo dovrò pur confessare a qualcuno, non posso continuare a vergognarmi per tutto il giorno!

Oggi ho rivisto Studio Aperto…

 

E posso anche chiudere un occhio se tra le prime notizie mi rivelano uno scoop che vede gli assassini di Erba “non colpevoli” e incastrati da una coppia araba arrivata in Italia apposta per uccidere quei poveri innocenti (tesi avvalorata da un libro appena pubblicato con relativa zoomata a titolo ed editore).

 

E va bene se mi infarcisci l’ennesimo servizio su San Valentino con la solita passeggiata sul Ponte Milvio, interviste alle coppie che, riconoscendo il giornalista, rispondono sarcasticamente e non trattengono la risata.

 

E riesco a trattenermi se per l’ennesima volta chiudi il telefono in faccia al giornalista di altre testate sicuramente più importanti e non gli dai neanche il tempo di rispondere.

 

Ma oggi… oggi, si è toccato il fondo.

Come notizia d’apertura c’era, giustamente, il servizio sui bimbi in un asilo, tenuti sotto sequestro da un uomo armato con un taglierino.

 

Ogni 3 minuti c’era l’aggiornamento sul caso, con relativa intervista telefonica di chi capitasse a tiro nel raggio di un km quadrato dall’asilo:

 

Giornalista: “E’ uno squilibrato?”

Intervistato: “Non sappiamo ancora nulla”

 

G: “Crede che sia opera di uno squilibrato?”

I: “No, non  possiamo dirlo”

 

G: Pensa che si tratti di uno squilibrato?

I: Chissà, se ha fatto una cosa del genere…

 

G: “Quindi ci conferma che è uno squilibrato!”

I: No, guardi, non le confermo nulla!

 

G: “Il sequestratore è il papà di un bimbo, questo lo conferma?”

I: Assolutamente no!

 

Questa intervista così ricca di contenuti era tra l’altro infarcita da continue zoomate psichedeliche -che avranno indubbiamente mostrato l’abilità dei tecnici nell’utilizzo di Google Earth (tra l’altro adoperato, in altre occasioni, per farci capire dove mai possano essere sulla cartina Roma e Milano)- ma che ci sembravano alquanto esagerate con l’individuazione esatta del numero civico dell’asilo!

 

Risultato:

in famiglia c’era chi calcolava quante volte veniva pronunciata la domanda sullo Squilibrato, chi segnava i relativi No, chi contava le zoomate del programma di Google e chi scommetteva sul contenuto del prossimo aggiornamento.

Nessuno è riuscito a concentrarsi sulla notizia che in effetti era molto preoccupante ma che il mitico Studio Aperto, con le sue trovate geniali ha fatto passare in secondo piano.

 

In conclusione, finito il meteo, hanno avuto il coraggio di dirci che, in caso di aggiornamenti rilevanti avrebbero prontamente interrotto le trasmissioni per dare spazio al caso.

Non mi è dato sapere se questi aggiornamenti siano effettivamente andati in onda e, soprattutto, se abbiano trovato una giusta definizione per il  sequestratore…

 

Riallacciandoci al Ponte Milvio tanto calpestato dai giornalisti di Studio Aperto, ritiro in ballo la festa di San Valentino… ah, finalmente è arrivato il giorno degli innamorati…

Sì, togliamolo di mezzo il prima possibile così per un anno siamo apposto!

 

Vi lascio con delle frasi romantiche, dedicate all’ammmmore.

Chissà a chi appartengono questi versi…!

 

Non è stato facile dirti “ti amo”
non è stato facile dirti “amore”
non è stato facile dirti “addio”
certo che il cinese è una lingua un po’ del cazzo

 

 

Io e te seduti accanto in macchina
Sotto una pioggia battente
Parlare delle nostre incomprensioni
All’improvviso fuggire via da te
Senza dire una parola
Brividi freddi mi corrono lungo la schiena
E gocce di sudore mi imperlano la fronte
Il dolore mi fa contorcere
Come una foglia verde tra le fiamme
Mentre sto qui seduto tremante
L’universo intorno a me si espande.
Che brutta cosa la diarrea…

 

 

Mi è bastato vederti da lontano… per capire quanto era grande la tua bellezza;
mi è bastato vederti da lontano… per capire quanto ti avevo già desiderata;
mi è bastato vederti da lontano… per capire da quanto tempo ti avevo aspettata.
Mi è bastato vederti da vicino… per capire… minchia, da lontano non ci vedo proprio più un cazzo.

 

 

Passano i minuti e tu non arrivi…
passano le ore e tu non arrivi…
passano i mesi e tu non arrivi…
Però…
mi sono nascosto bene!

 

 

Noi amanti perduti nella tempesta
noi amanti battuti dal vento
noi amanti frustati dall’uragano
amore: ma vaffanculo te e il picnic.

 

 

…Flavio Oreglio!

 

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

8 pensieri su “Squilibrato?

  1. bel post 😉

    Mi piace

  2. Studio Aperto scade sempre più..

    Grande Oreglio!!

    Mi piace

  3. studio aperto sta all’informazione come tiziano ferro sta alla musica..

    Mi piace

  4. Ma sei proprio masochista allora!?!?!?
    Ahahahahah…mitico Flavio Oreglio!!!!

    Mi piace

  5. Certo che hanno fatto l’aggiornamento! Alle 14. Lo so perché mio fratello si è lamentato che così non hanno mandato Naruto 😉

    Mi piace

  6. @Ventiseitre e Stupito: grazie per la visita :))

    @ Inakea: sì, sempre peggio, anche se devo dire che di calendari se ne vedono meno!

    @ Chrysa: ehehehe, ma meno male che mi rifaccio con i tg più seri 😉

    @ Urlo: era proprio necessaria un’edizione speciale di studio aperto! Credo sia stato l’unico a farlo…!

    Mi piace

  7. ecco una poesia che avrei gradito x s valentino!!

    Mi piace

  8. L’ammmore!!!! La festa di San Violentino è utile quanto un bicchiere bucato sul fondo.

    Oddio, studio aperto…che pesantezza…ma cascarci è semplice…

    L’utilità di studio aperto e di san valentino si equivale…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: