Tre Passi Avanti

Ho tutto in testa ma non riesco a dirlo… (o quasi!)

Napoli, That’s Amore…

Piccola premessa. Anch’io, per una volta ho voluto trattare un argomento più serio… alla “Porta a Porta” per intenderci. Mi scuso fin d’ora per l’assenza di un plastico adeguato alla situazione.

 

 

Il 2008 come inizio ha lasciato un po’ a desiderare… Ha rispolverato i classici problemi italiani senza perdere tempo, così nei primi giorni del nuovo anno ci siamo ritrovati con caterve di situazioni vecchie e nuove che, a evidenziare ancora di più la situazione italiana, non hanno ancora trovato soluzione.

 

In questo preciso momento, un’imbarcazione un po’ particolare è attesa a Olbia… Non si tratta dell’ultimo yacht di Briatore, né di una nave da crociera pronta a visitare Porto Rotondo in pieno inverno.

Si è pronti ad accogliere una nave proveniente da Napoli per trasportare un primo carico di 1.500 tonnellate di rifiuti a cui se ne aggiungerà un secondo e un terzo già nei prossimi giorni.

È stata una scelta volontaria, altruista, l’unica regione che ha risposto tempestivamente alla richiesta di aiuto proveniente dalla Campania, l’unica che si è detta disponibile ad accogliere da subito i rifiuti.

 

Al contrario più numerose sono state le regioni che hanno risposto con un No presentando diverse motivazioni, molte altre quelle che hanno chiesto tempo per valutare attentamente la situazione…

Ed ecco che si è scatenata in tutta la regione, come è giusto che sia, la polemica tra gli oppositori e i sostenitori della scelta di Soru.

 

Dalle bocche dei contrari sono queste le frasi che vanno per la maggiore:

  • “In questo modo diventeremo il mondezzaio dei continentali”;
  • “Ci impegniamo tanto per tutelare l’ambiente e non vogliamo essere invasi dai rifiuti della Campania”;
  • “Si ricordano di noi solo in queste circostanze”;
  • “Sistemassero i rifiuti nelle zone in cui vengono prodotti e prendessero dei provvedimenti seri”;
  • “…”.

 

Cavolo, è vero!

 

C’è una parte di me che pensa queste cose, perché non si può negare che ognuna di queste affermazioni non nasconda una piccola parte di verità.

È da più di 10 anni che esiste questo problema e come al solito tutte le forze si concentrano nel periodo di emergenza e poi si accantona la questione fino al prossimo disastro ambientale.

 

E la raccolta differenziata? Solo una piccolissima parte dei rifiuti viene separata e non ho capito ancora perché non venga fatta in modo proficuo.

 

Le discariche? Not in my backyard… con la popolazione che riconosce la necessità della localizzazione dei siti per l’immagazzinamento purché non venga a trovarsi sul suo territorio. Già alla sola ipotesi di creare delle nuove discariche,  alcuni cittadini intervistati in un programma Rai erano pronti a dar battaglia.

 

Poi, naturalmente, non si può dimenticare il problema della criminalità organizzata che interviene direttamente sui traffici illeciti dei rifiuti, riuscendo a guadagnarci non poco…

 

Ma come si può negare una mano d’aiuto a dei nostri connazionali che stanno vivendo questa situazione terribile? Io sono pienamente d’accordo con la scelta della mia Regione, bisogna aiutare in tutti modi la Campania in questo periodo di forte crisi, nella speranza che si riesca presto a trovare una soluzione adeguata a questo problema.

 

Non sono d’accordo con chi si oppone a questa scelta, in un momento di reale bisogno non è possibile voltare le spalle e lasciare che le cose si sistemino da sole… E se ci fossi io al posto di un cittadino di Napoli? Che farei? Non aspetterei un aiuto dal Mio Paese?

 

Non credo che, con la sola forza del pensiero, si riesca a far scomparire tonnellate di rifiuti o farle diventare invisibili e inodori. Bisogna intervenire, dare una mano d’aiuto per far fronte all’emergenza, aiuto che però deve provenire da tutte le regioni italiane, lasciando da parte i campanilismi, e le antipatie cosa che, purtroppo, non è del tutto avvenuta. E dopo l’emergenza la Campania dovrà veramente occuparsi della “prevenzione”, dello smaltimento, iniziare una vera differenziazione e aprirsi a una cultura più rispettosa nei confronti dell’ambiente.

 

E che sia una volta per tutte.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

16 pensieri su “Napoli, That’s Amore…

  1. Anche l’Abruzzo ha aderito e anzi, proprio a “Porta a porta”, ieri sera, si parlava di questo, e proprio nelle domande ed accuse a Del Turco (Presidente Regione Abruzzo) s’è vista tutta la stupidità altrui e di quel programma in particolare…
    Il fatto è che una grossa parte di questo problema deriva proprio dai traffici camorristici, che da anni fanno arrivare in Campania il pattume dall’estero.
    E di raccolta differenziata non ne parliamo nemmeno. Secondo me, per ciò che riguarda questo tipo di raccolta, dovrebbero adottare un sistema obbligatorio e sanzioni per chi non la rispetta

    Mi piace

  2. Proprio oggi mi trovavo a Cagliari e, passando dalla Panoramica, ho visto l’ormai “famosa” nave dei rifiuti ferma del golfo, scoprendo poi della presenza al porto dei manifestanti di Indipendentzia pronti ad “accoglierla”…

    Avevo scritto il post quando si sapeva solo dell’aiuto immediato da parte della Sardegna, fa piacere che molte altre regioni abbiano risposto positivamente.
    Purtroppo la camorra occupa tutti i campi, figuriamoci se avrebbe lasciato perdere il settore rifiuti che come sappiamo è molto redditizio…
    Per quel che riguarda la raccolta differenziata da noi è obbligatoria, e per chi non la rispetta sono previste delle multe salatissime. Inoltre la raccolta avviene porta a porta e dunque, volenti o nolenti, siamo costretti a farla. Ecco, non capisco quale siano le difficoltà di molti comuni Campani a questo riguardo…!

    Mi piace

  3. Piena solidarietà alla Campania, ma con criterio…
    Io abito in una delle regioni che da subito ha sguainato un secco NO! ai rifiuti Campani…
    Abito in un paese dove svolgo la raccolta differenziata e mi becco multe se sbaglio a gettare una bottiglia di plastica nel sacco viola anzichè giallo…
    Abito in un paese dove a circa 6 km di distanza c’è una discarica che hanno appena chiuso…ma che per anni ( e tuttora non credete!) mi ha fatto respirare il suo “profumino” specie verso le 19.00 della sera…dove sprigionava il meglio che aveva..
    Tutto ciò mi porta quindi a pensare (forse in modo poco altruista) che i Campani i loro rifiuti devono tenerseli…e devono accettare l’idea di far aprire nuove discariche sul loro territorio…allora in quel caso sarebbe stupido negare un aiuto…cioè…credo che le regioni italiane dovrebbero aiutare la Campania come meglio possono nel caso decidesse di aprire nuovi posti di raccolta dove smaltire i propri rifiuti, come fa ogni regione…prendere ora noi le loro balle, comporta che aiutiamo si a smaltire questa crisi, ma tra qualche mese siamo di nuovo da capo..! E ancor meno giusto reputo di dover far aprire altre nuove discariche in altre regioni per smaltire la loro immondizia..”perchè i Laziali, Sardi o Abruzzesi possono respirare i fumi della discarica e i Campani no?” Questo è il mio punto di vista…probabilmente ottuso per molti e giusto per altri… ma è il mio…
    Un abbraccio a te cara…ben trovata…a presto!

    Mi piace

  4. pienamente d’accordo col boss sagufo…

    bella la battuta del plastico!!

    davvero da voi la raccolta è porta a porta? qui da me ce la dobbiamo sbrigare noi…ma sinceramente mi sono talmente abituata a farla che mi sento in colpa quando sono costretta a buttare la plastica la carta etc. nella spazzatura normale.

    Mi piace

  5. Questo post mi riempie di gioia perchè la penso esattamente allo stesso modo.

    Riprendo pari pari le parole del presidente Soru

    “Le cose stanno esattamente come appaiono. C’è una regione che ha un’estrema difficoltà, e un’emergenza che ha smesso di essere di una città e di una sola regione ed è diventata nazionale. Chi può dà una mano d’aiuto, senza bisogno di distinguerci tra destra e sinistra. Le cifre non sono così spaventose come qualcuno diceva. E, soprattutto, se c’è uno che ha bisogno di aiuto e sta annegando, e uno sa nuotare, è evidente che non bisogna perdere tempo: è nostro dovere civile, e politico in questo caso, dare una mano”

    Ecco, sono assolutamente d’accordo. E’ indubbio il fatto che la regione Campania debba urgentemente trovare una soluzione a questo problema, ma nel frattempo, se una regione d’Italia chiede aiuto mi fa imbestialire di più il fatto che molte altre regioni siano state velocissime nel chiudere loro la porta in faccia.

    Pensierino finale: per me l’immondezaio dei continentali lo siamo tutte le estati, quando le porte della costa smeralda si aprono con Briatore e i suoi amici e a fine stagione non dobbiamo fare altro che eliminare la loro, di immondizia.

    Mi piace

  6. @ Sharly: ma se nessun altra regione prende questi rifiuti e per aprire delle nuove discariche in Campania è necessario del tempo per poterle predisporre nel modo adeguato, questi rifiuti dove li mettiamo? Da qualche parte dovranno pur finire…
    D’accordo con te sul fatto che devono decidersi a prendere dei seri provvedimenti, non potranno contare per sempre nell’aiuto degli altri…
    P.s: la pensi esattamente come mia sorella!
    A presto 🙂

    @ Lilith: sì, raccolta porta a porta.. Dobbiamo depositare le buste tutte colorate a seconda del tipo di rifiuto di fronte all’ingresso, in base a un calendario definito dal comune e a un orario stabilito.
    Dunque scoprono subito chi fa la differenziazione (anche perchè i cassonetti non esistono più in tutta la zona, dunque niente più puzza), e chi la fa nel modo più giusto.
    Tutto sta nell’abitudine, se fatta bene si dovrebbe arrivare a un 60/70% di rifiuti differenziati.

    @Sara: non avevo dubbi sul tuo pensiero!

    Mi piace

  7. ottimo!!
    invece i cassonetti x la raccolta differenziata più vicini a casa mia sono posizionati in un luogo molto molto scomodo…non invitano certo a differenziare!! a casa mia lo facciamo ma in effetti è una scelta personale…

    cmq ci sono proteste anche da noi x i rifiuti campani.

    Mi piace

  8. Posto che la mia proposta resta quella di un muro intorno a Napoli e dintorni, e non me ne vogliano i partenopei ma la colpa della ghettizzazione sarebbe solo loro, penso di poter esprimere un parere assolutamente contrario alla distribuzione del problema campano alle altre regioni, e mi spiego.
    La regione Campania ha sprecato finanziamenti pubblici giunti da vari livelli del mondo istituzionale, lasciando comunque intatto il potere della malavita organizzata sul setore rifiuti. Se loro stessi sono i primi a non tenere alla loro terra, perchè dovremmo tenerci noi?
    Io son stato diverse volte a Cagliari, e condivido appieno la loro protesta, non si può permettere che un posto con tali paradisi naturali venga deturpato, in ultima analisi, da una regione di camorristi. Lo stato non dovrebbe combattere questi tipi di criminalità? Oddio, dimenticavo che siamo in Italia, da queste parti la legge è uguale per tutti tranne che per i delinquenti…
    Quanto poi alla nostra regione..vabbè lasciamo perdere le risposte di Del Turco, che secondo me ha come obiettivo la sua carriera politica più che il bene della sua regione. Ottaviano: vai a casa!!!!

    Clin7

    Mi piace

  9. Sai, mi chiedo come si possa arrivare a questi livelli, a queste situazioni. A volte ho come l’impressione che stavolta la regressione sia irreversibile… stiamo semplicemente andando incontro al peggio, la nostra società è troppo viziata, abituata ai consumi e al superfluo.

    Mi piace

  10. Ti stavo per linkare il mio post, ma vedo che non c’è bisogno, già mi hai dato la risposta, perchè mi interessava il pensiero di una cittadina sarda, non conoscendone…Hai dato una risposta di buon senso, che credo sia la prevalente tra i cittadini sardi, a dispetto dei violenti…Ora tocca a noi campani eliminare l’emergenza…abbiamo fatto già troppe figure…Ciao 🙂

    Mi piace

  11. @ Lilith: a quanto vedo le proteste si sono diffuse in tutte le regioni…

    @ Clin7: sì, avevo letto in altri post la tua idea… Comunque, io parlo di un aiuto iniziale, non è che mi devo sobbarcare i rifiuti da qui all’eternità, così come non ci sono dubbi sugli errori fatti dalla regione Campania… E se in 7 ore di lavoro si sono smaltiti i rifiuti provenienti da Napoli non vedo quale sia il grande problema di accoglierne una parte (sempre per far fronte all’emergenza, si intende).

    @ Luca: spero che la solidarietà di cui tanto si parla porti anche ad un aiuto concreto perchè, solo a parole, non è di grande aiuto.
    p.s: ma tu sai se Gigi d’Alessio fa la raccolta differenziata? sarei curiosa di sapere… (domanda cretina che ho sentito in tv…)

    Mi piace

  12. Da noi arriva oggi la mmonnezza di Napoli!Mentre a Roccaraso sapessi ne gira da una settimana! 😉
    Anche al mio paesello la differenziata è porta a porta e dopo qualche protesta iniziale sembra che la cosa stia funzionando abbastanza bene!
    La cosa che dico sempre è che ognuno potrebbe fare la differenziata nel suo piccolo, ma il problema principale in Campania sono i traffici loschi che ci sono dietro…purtroppo è così!
    Senza il plastico ho dovuto fare uno sforzo enorme per comprendere appieno il post! 😉

    Mi piace

  13. la sindrome nimby vale sia per le discariche che per i termovalorizzatori… e poi ci stupiamo se questo paese non va avanti e compra l’energia (nucleare) dalla francia… bah!!!

    Mi piace

  14. Sono pienamente d’accordo con te.
    L’ultimo video che ho postato sul mio blog è “Jealous guy” di John Lennon.
    A presto (speriamo)!

    Mi piace

  15. ciao…sono dacordo con te….
    un dolce abbraccio a te..ciao …..

    Mi piace

  16. sai che non avevo letto bene il tuo post…..
    fermandomi alla prima parte lo avevo frainteso……
    ti chiedo scusa!!!!
    leggendolo meglio (cioè tutto) ho capito che la pensiamo allo stesso modo!!!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: